ATINA – 25 GEN – Era uno dei due tasselli mancanti di un poker di ricettatori di automobili di grossa cilindrata: è stato arrestato ad Atina dai carabinieri della locale stazione. A finire in manette un 39enne residente all’estero, intercettato nella cittadina della Valcomino durante un normale controllo del territorio, disposto dal Comando Compagnia di Cassino guidato dal capitano Silvio De Luca.

Durante il controllo infatti è emerso che il 39enne era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare emessa dal GIP di Roma, per una storia di riciclaggio di auto rubate. Secondo le accuse infatti, il 39enne insieme ad altri tre uomini di cui due già in manette, era il responsabile del riciclaggio di 14 auto rubate di grossa cilindrata.

Le macchine dopo essere state rubate, venivano smontate pezzo per pezzo, con i ricambi stoccati in diversi magazzini e poi spedite, con documenti e numero di telaio falsificati in Polonia. Per il 39enne arrestato si sono aperte le porte della casa circondariale di Cassino.