CASSINO – 15 APR – Quindici persone ascoltate in caserma solo lunedì scorso, servizi di appostamento, foto, video, tutto per capire cosa accade nel municipio di Cassino: i carabinieri della locale compagnia hanno raccolto diverso materiale durante le indagini per scovare eventuali assenteisti. I furbetti, per capirci, quelli che timbrano il cartellino e poi escono a fare i loro giretti, del tutto personali, pur essendo in orario di lavoro.

L’attività dei carabinieri coordinati dal capitano de Luca era mirata proprio a questo: individuare dipendenti dal comportamento per così dire non proprio corretto.

Negli ultimi giorni sono state acquisite altre immagini, quelle delle telecamere a circuito chiuso installa-te all’interno del palazzo comunale.

Riscontri incrociati, verifiche degli orari di uscita e di entrata, eventuali permessi ad assentarsi per poco tempo: i carabinieri da settimane stanno lavorando per capire se tutto sia in regola oppure no. L’indagine ora è conclusa, almeno la prima parte, con quali risultati però non è ancora dato sapere.