CASSINO – 28 FEB – E’ stato scaricato davanti al Pronto Soccorso dell’ospedale Santa Scolastica di Cassino ed abbandonato lì in fin di vita: un professionista di 31 anni della città è stato salvato dalla prontezza dei medici e degli infermieri in servizio durante il turno dell’alba.

I sanitari hanno capito che il paziente stava finendo in coma a causa di un farmaco o di una sostanza stupefacente tagliata male. Gli hanno iniettato subito la terapia che contrasta l’intossicazione da analgesici e da oppiacei, bloccando il loro effetto killer. Se non fossero intervenuti subito, il paziente sarebbe finito in coma.

Il caso è stato segnalato ai carabinieri: saranno loro a ricostruire i dettagli di quanto accaduto, accertare se si sia trattato di un’overdose ed in quel caso mettersi sulle tracce dello spacciatore.