FERENTINO – 08 FEB – Cavalli, con le zampe legate e praticamente impossibilitati a muoversi. Questa la traccia, contenuta nella segnalazione di una donna, che i carabinieri della stazione di Ferentino hanno seguito per porre fine ad una vicenda di maltrattamenti su animali. I militari del comandante Alborino si sono infatti recati nel terreno segnalato, in località Porciano, trovando in effetti il quadro desolante che era stato segnalato.

     Quattro erano i cavalli presenti, tutti praticamente immobili perché le zampe anteriori erano legate tra loro con una corda. I carabinieri hanno così deciso di tagliare i lacci e far tornare in libertà gli animali, in attesa dell’arrivo del veterinario per i controlli del caso.

          Ed è stato proprio il sanitario della Asl ad accertare che quel comportamento, quelle corde che bloccavano le zampe dei cavalli facevano prefigurare un vero e proprio maltrattamento. Sul posto intanto era arrivato anche il titolare di quel fondo di terreno e quindi anche dei cavalli. All’esito della visita del veterinario per lui è scattata la denuncia e l’ammonimento da parte dei carabinieri a non proseguire più con quella condotta.