FROSINONE – 31 MAR – Aveva denunciato alla polizia di essere stata raggirata, ma alla fine ad essere denunciata è stata lei stessa, una 43enne. I fatti risalgono allo scorso anno, quando la donna rimase coinvolta in un incidente alla periferia di Frosinone. Dopo quasi un anno, venuta a sapere che la controparte di quel sinistro era stata risarcita, la donna ha denunciato in Questura di non aver mai apposto una firma sul CID e che quella presente era quindi contraffatta.

     Le indagini partono subito ed i poliziotti ci mettono poco a scoprire che la denunciante era effettivamente responsabile di quell’incidente e che quella firma, che lei definiva contraffatta, era la stessa della denuncia presentata qualche giorno prima. Tutti i testimoni citati dalla donna, inoltre, non hanno confermato la tesi della 43enne che quindi è stata denunciata per calunnia e falsità ideologica.