FROSINONE – 01 FEB – Contromano lungo lo stradone dell’Asi, dopo aver rubato oltre 600 litri di gasolio, sperona un’auto della polizia: è quanto accaduto giovedì sera. Alla fine un cittadino rumeno di 28anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile, diretti dal vice questore Carlo Bianchi, con la collaborazione dei carabinieri.

Il 28enne è stato intercettato da un mezzo della Polizia, mentre era a bordo di un furgone nella zona industriale Asi, tra i comuni di Ceccano, Frosinone e Ferentino.

Intimato l’alt, l’uomo alla guida, dopo un accenno ad arrestare la corsa, ha sterzato bruscamente speronando l’auto dei poliziotti.

A quel punto gli agenti, rimasti leggermente feriti, e con la vettura danneggiata, si  sono messi all’inseguimento del furgone all’interno del quale, oltre al conducente, c’era anche un altro uomo.

Il fuggitivo ha continuato la sua corsa marcia contromano, mettendo in serio pericolo gli automobilisti in transito, mentre il suo complice si è sporto dal finestrino azionando un estintore. A quel punto il fumo creatosi ha reso di fatto nulla la visibilità agli agenti, consentendo al furgone in fuga di guadagnare qualche chilometro di vantaggio;  i due occupanti sono scesi dal mezzo fuggendo a piedi mentre il furgone, con la marcia innestata, ha terminato la propria corsa contro una recinzione. Su quel furgone c’erano 600 litri di gasolio rubati dai due – secondo le accuse – da un’azienda proprio nella zona Asi.

Sul mezzo c’erano anche arnesi atti allo scasso. Gli agenti, però, quell’uomo alla guida del furgone già lo conoscevano.

Pertanto i poliziotti si sono recati nell’abitazione del 28enne che, dopo un’inutile  resistenza da parte della nonna e della compagna con cui vive, è stato arrestato

e condotto in carcere.  E’ accusato di rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché danneggiamento aggravato dei beni della Pubblica Amministrazione.