I controlli di prevenzione contro i furti sono un’ottima arma e sommati alla collaborazione dei cittadini permettono di ottenere risultati importanti: lo dimostrano gli ultimi due arresti eseguiti dalla squadra volante della questura di Frosinone nel territorio del capoluogo. Il primo è scattato nel pomeriggio di giovedì, quando un uomo, in pieno giorno, stava mettendo in atto un furto all’interno di un’auto parcheggiata, quando è stato sorpreso dai poliziotti, impegnati durante il consueto controllo del territorio. Solo pochi istanti prima era arrivata una telefonata al 113 che segnalava qualcosa di sospetto nel parcheggio che si trova nei pressi del conservatorio Licinio Refice, in viale Michelangelo. La volante era in zona e subito è intervenuta trovando un uomo di 48 anni, con alcuni precedenti, che si era appena introdotto all’interno dell’abitacolo di una golf. bloccato in flagranza di reato è stato arrestato per furto aggravato su autoveicolo.

Stessa sorte anche per un 30enne del capoluogo, arrestato in nottata sempre dagli uomini del dottor Genovesi: è stato bloccato nei pressi di un distributore della zona bassa della città mentre tentava di forzare con un arnese metallico la gettoniera dell’autolavaggio self service.

Alla vista della squadra volante il giovane ha tentato la fuga ma anche in questo caso la prontezza dei poliziotti ha permesso  di trarlo in arresto nella flagranza di reato.

La polizia continua quindi con le attività di controllo del territorio focalizzando l’attenzione sulle zone più a rischio e sui soggetti più pericolosi, mantenendo alta la guardia per garantire la sicurezza alla comunità soprattutto nelle aree più colpite dai malviventi.