FROSINONE – 16 MAG – Si è presentato allo sportello di una filiale di un istituto di credito di Frosinone con l’intenzione di versare sul suo conto corrente un vaglia postale di quasi 10 mila euro.

            Ma quel vaglia e la persona che lo aveva presentato, ovvero un 50enne della zona già con alle spalle un precedente per truffa, hanno insospettito, e non poco, il direttore della Banca in questione che ha subito allertato gli agenti della Questura del capoluogo ciociaro.

Una volta giunti sul posto gli agenti della Squadra Volante hanno sequestrato il vaglia, risultato effettivamente contraffatto, e denunciato il 50enne per truffa.

L’uomo non era nuovo ad episodi del genere: con lo stesso modus operandi – dicono gli inquirenti – aveva già tentato di incassare un’ altra somma di denaro e, pertanto, era stato già denunciato dai poliziotti all’ Autorità Giudiziaria.

L’operazione degli agenti della Squadra Volante si inserisce nell’ambito di una specifica attività di prevenzione e di informazione contro le truffe, proprio dopo alcuni casi che si erano verificati nei confronti di istituti di credito, Un’attività che, vista la denuncia del 50enne, si è rivelata vincente.