FROSINONE/LATINA – 29 MAR – 237 persone identificate, 192 veicoli controllati e 24 contravvenzioni elevate: questi i numeri che raccontano il fine settimana di controlli da parte delle pattuglie della polizia di stato a Frosinone, Cassino e Fiuggi.
Nella parte bassa del capoluogo ciociaro gli agenti della Volante hanno fermato e denunciato tre uomini che, violando i sigilli posti ad una struttura in costruzione perché ritenuta abusiva, stavano tentando di ultimare i lavori. Gli agenti della Polizia Locale hanno posto poi nuovamente i sigilli alla costruzione.
Setacciati a Fiuggi dalle Volanti del Commissariato e della Prevenzione Crimine i capolinea degli autobus in direzione Roma per frenare quello che è stato definito il fenomeno del “ pendolarismo dello spaccio”: ragazzi, per lo più giovanissimi, che vanno e vengono dalla capitale per acquistare e vendere droga.
Gli uomini del Commissariato di polizia di Cassino, invece, hanno denunciato per evasione un ventottenne di origine campana che avrebbe dovuto scontare la sua condanna agli arresti domiciliari; quattro le donne di nazionalità rumena segnalate alla competente Autorità Giudiziaria perché trovate a Cassino nonostante il fo-glio di via a loro carico glielo vietasse.
Non potrà invece tornare più a Sora il 33enne originario della città volsca che sabato si è visto notificare dai carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della locale Compagnia la misura cautelare di “divieto accesso e sog-giorno nel territorio del comune di Sora”, emessa dall’Autorità Giudiziaria di Cassino. L’uomo è accusato di aver picchiato la madre durante una serie di litigi scoppiati in famiglia a febbraio e marzo scorsi. Deve rispondere di “maltrattamenti contro familiari e lesioni personali” nei confronti del genitore.
Sono stati arrestati invece dai Carabinieri della Stazione di Aquino e dai colleghi di San Giorgio a Liri tre minorenni d’origine rumena sorpresi a Castrocielo durante la notte a scassinare il portone d’ingresso di una villetta nel tentativo di mettere a segno un furto. Per loro foglio di via obbligatorio e obbligo di reclusione presso il centro di prima accoglienza di Roma.
Denunciato a Veroli dai Carabinieri dell’ Aliquota Radiomobile della Compagnia di Alatri un 28enne di nazio-nalità rumena perché trovato in possesso di un coltello a serramanico – proibito dalla legge – e 22 grammi e mezzo di hashish. Segnalato alla Prefettura di Frosinone un 30enne del posto trovato in possesso di poco meno di un grammo di erba.