LATINA – 15 MAR – Si sentiva il fiato sul collo, per questo Alessandro Zof si è consegnato. Ne sono convinti gli uomini della squadra mobile di Latina che hanno portato a casa un importante risultato. L’uomo, 32enne, ha riferito d’essere l’autore dell’agguato avvenuto 10 giorni fa a San Felice Circeo dove ha colpito alle gambe Roberto Guizzon 47 anni e Alessio De Cupis di 29, zio e nipote. Al momento il 32enne è accusato di tentato omicidio.
Le indagini condotte dalla Squadra mobile di Latina e dagli agenti del commissariato di Terracina si sono da subito concentrate sull’uomo che è risultato irreperibile fino a lunedì quando si è costituito. Ma l’attività investigativa va avanti: non si esclude infatti il coinvolgimento di altri soggetti.