LATINA – 10 APR – I reati nella provincia di Latina nel corso del 2010 sono diminuiti  del 9% circa, i dati sono migliorabili con un diverso modo di “fare polizia”. Era particolarmente emozionata e, a tratti, commossa, il neo Questore di Latina Rosaria Amato che, per un casuale gioco del calendario, ha  effettuato dopo la sua nomina la sua prima ed attesa apparizione pubblica in occasione dell’annuale festa della Polizia che, su volere del predecessore Carmine Belfiore, si è svolta in un luogo definito troppo frettolosamente l”impero del male”, il Mercato ortofrutticolo di Fondi.

qui però diverse famiglie appartenenti al crimine organizzato erano riuscite con la violenza ed il metodo mafioso ad imporre profili di condizionamento sulle dinamiche interne di quello che è considerato il luogo simbolo dell’economia pontina e a detenere il monopolio del trasporto su gomma dei prodotti ortofrutticoli in partenza ed in arrivo.

Il lavoro egregio effettuato dalla Polizia sul territorio provinciale di Latina, da Aprilia sino al Garigliano, è stato riconosciuto, tra gli altri, dal Prefetto Maria Rosa Trio, dal procuratore capo facente funzioni di Latina Carlo Lasperanza, della Dda di Roma, dai vertici delle altre forze dell’ordine e dall’intero mondo politico-istituzionale. I numeri sono tanti ma uno è imprescindibile: nel 2018 hanno chiesto l’intervento del 113 81.563 persone. Tante e diverse sono state le attività di polizia giudiziaria, in diversi campi, ma la sicurezza e la lotta allo spaccio di droga rappresentano due mission a tutto campo.

I reati commessi nel periodo marzo 2017-marzo 2018 furono 22282, sono scesi a 20.420 nello stesso periodo dell’anno successivo, un trend provinciale che ha riguardato anche il capuologo Latina. Sono in diminuzione reati come i furti, le rapine, l’usura e le estorsioni a differenza delle truffe e frodi informatiche, lo sfruttamento della prostituzione e la pornografia che hanno subito un incremento rispettivamente del 22 e del 75%.

Se le persone arrestate nell’ultimo anno sono 318 contro le 200 dell’anno precedente, le persone denunciate sono passate dalle 1348 del 2017 alle 1511 del 2018. E infine la droga. La provincia di Latina consuma tanta droga, l’azione di contrasto è stata altrettanto elevata: la cocaina sequestrata ha sfiorato i 47 chilogrammi contro i 7 dell’hashish e i 6 di marjuana