LATINA – 15 DIC – Ci sono stati momenti di tensione in mattinata durante le operazioni di sgombero delle imbarcazioni ancora ormeggiate nel canale di Rio Martino a Latina, nonostante l’ordinanza che dispone l’inizio dei lavori al porto in questione. Un uomo ha minacciato di darsi fuoco.

Gli interventi sono iniziati in mattinata, quando il personale della Questura di Latina, della Squadra Nautica di Terracina, del Reparto Mobile insieme a Capitaneria di Porto, Carabinieri e  Vigili del Fuoco, è arrivata sul posto per dare il via allo sgombero.

Dallo scorso mese di giugno, il canale è interessato da lavori straordinari di riqualificazione: per realizzarli l’Ufficio Circondariale Marittimo di Terracina ha emesso una specifica ordinanza, con cui è stato disposto il divieto di approdo e  navigazione. Ma l’associazione “Amici del Mare” ha avviato un sit-in di protesta sull’area interessata, che si protrae da circa un mese e benché l’ordinanza sia stata notificata già da tempo, allo stato attuale circa una ventina d’imbarcazioni sono ancora presenti.

Durante le operazioni di sgombero è stato necessario l’intervento dei vigili del fuoco: un uomo a bordo di una imbarcazione,  minacciava atti di autolesionismo con del liquido infiammabile.

I pompieri sono rimasti sul posto fino a quando non sono terminate le trattative con il manifestante.