LATINA – 16 APR – Era il suo preparatore atletico. Un rapporto professionale come tanti che poi degenera, lui si innamora della sua allieva ma non è corrisposto e la vicenda comincia a diventare un incubo. L’amore si trasforma in ossessione fino a che l’uomo non le incendia l’auto.

E’ quanto scoperto dai carabinieri di Vejano in provincia di Viterbo: a finire in manette un 50enne di Latina. Lei, 40 anni di Vejano è un’atleta a livello agonistico. La donna, ha raccontato di essere stata perseguitata per mesi dal suo preparatore. Il 50enne, secondo la ricostruzione, non accettava il rifiuto e così la seguiva ovunque, sperando che magari potesse, un giorno innamorarsi di lui: la donna, dicono i carabinieri, era oggetto di continue e fastidiose attenzioni dicono gli inquirenti.

Poi due mesi fa lei è partita per un torneo in America, un viaggio che ha dato l’opportunità al pontino di farle uno sfregio, incendiandole l’auto. Scattate le indagini i militari sono riusciti in poco tempo ad individuare l’autore del gesto ed hanno presentato una dettagliata relazione alla Procura di Viterbo, che ha emesso l’ordinanza di custodia cautelare. Per il 50enne di Latina sono scattati gli arresti domiciliari, con l’obbligo del braccialetto elettronico.