LATINA – 16 MAR – La polizia stava indagando su un pusher che riforniva i ragazzi di Latina e le indagini hanno portato a lui: un 34enne del capoluogo pontino è stato arrestato dalla squadra mobile, sezione antidroga, e dai colleghi del commissariato di Cisterna. I poliziotti lo hanno bloccato sul suo posto di lavoro. La successiva perquisizione a casa ha portato a scoprire la droga: cocaina, hascisc e marijuana. Ora è in carcere a Latina.

L’operazione c’è stata nel primo pomeriggio di venerdì e rientra in un più ampio servizio di controllo del territorio che il questore Carmine Belfiore ha disposto per contrastare in particolare lo spaccio di stupefacenti.

I poliziotti da tempo avevano avuto delle segnalazioni riguardo a questo spacciatore, che veniva indicato come fornitore di ragazzi. Hanno così avviato degli appostamenti, per capire se le loro informazioni fossero fondate o meno. Hanno tenuto d’occhio casa sua, il suo posto di lavoro, e proprio qui hanno deciso di far scattare il controllo, con l’aiuto anche di un cane antidroga arrivato da Nettuno. Il giovane è stato quindi ispezionato e successivamente c’è stata una perquisizione a casa sua: nell’appartamento sono stati trovati 75 grammi di cocaina e 30 tra hascisc e marijuana, oltre a sostanza da taglio, bilancini di precisione, materiale utile al confezionamento, un blocco note riportante nominativi e cifre riferibili secondo la polizia a potenziali ‘clienti’, oltre a 975,00 considerati provento dell’attività di spaccio. Tutto è stato sequestrato e lui portato in carcere a Latina. Ora le indagini si stanno concentrando anche su quegli appunti, che potrebbero fornire altri elementi agli investigatori.