PATRICA – 26 LUG – Producevano farine utilizzando materiali pericolosi, rifiuti speciali, ma anche polistiroli, cartoni e scarti alimentari: questa l’accusa dei carabinieri di Frosinone che hanno apposto i sigilli ad un opificio nella zona industriale di Patrica. I controlli sono scaturiti a seguito delle continue lamentele dei residenti, centinaia di abitanti nei comuni limitrofi che denunciavano odori nauseabondi, diventati ancor più fastidiosi con le temperature africane delle scorse settimane. Così è partito l’esposto ai al Comando Provinciale dei Carabinieri di Frosinone che ha disposto una serie di servizi per accertare da dove provenissero le esalazioni. Sabato pomeriggio il blitz dei militari del NORM supportati dai colleghi del NAS di Latina e della Stazione di Supino. L’opificio ispezionato già mesi fa era stato oggetto di controlli e già in quel caso emersero anomalie nella produzione di farine tali da determinarne il sequestro. Sabato il nuovo blocco. I carabinieri hanno accertato che nella vasca della tramoggia per l’alimentazione del ciclo produttivo, insieme ai sottoprodotti animali, erano presenti resti di ovini in evidente stato di decomposizione appartenenti alla categoria a rischio e pertanto destinati all’incenerimento, non utilizzabili perciò per altri fini. Non solo perché nella vasca erano presenti anche rifiuti speciali non pericolosi: materiale plastico, contenitori di polistirolo, cartoni e scarti alimentari. I rifiuti erano già miscelati insieme agli scarti che l’azienda è autorizzata a trattare per la produzione delle farine. Il prodotto così’ composto è stato definito dai carabinieri fortemente pericoloso per la salute e per l’ambiente per la presenza della miscela di rifiuti speciali. Un pericolo ancor più grande se si considera che le farine prodotte dall’opificio vengono utilizzate come nutrimento per gli animali che poi tornano come alimento sulle tavole dei cittadini.
Per questo i carabinieri hanno proceduto con il sequestro. Due degli amministratori sono stati denunciati per illecita gestione e smaltimento di rifiuti speciali.