CASSINO – 22 APR – Interrogatorio di garanzia stamattina per Nicola Feroleto, detenuto presso la Casa circondariale di Cassino, con l’accusa di aver ucciso il figlio Gabriel, di 2 anni, insieme con la madre, Donatella Di Bona.

All’esito dell’interrogatorio, il gip del Tribunale ha disposto che l’uomo rimanga in carcere.

Nicola Feroleto ha ritrattato le dichiarazioni fatte nei giorni scorsi: ha sostenuto che non era in casa al momento del delitto; ha descritto la sua giornata al magistrato ma ha un buco temporale nei ricordi tra le 14.30 e le 15.30 cioè proprio l’ora del delitto.

Fino all’ossessione ha ripetuto: “Io non c’ero”. Il suo difensore non esclude che3 nei prossimi giorni Feroleto possa tornare a puntualizzare altri dettagli in quanto “al momento è molto confuso”.