SORA – 16 MAG – Sono indagati perché sospettati di aver truffato diversi commercianti del sorano, e non solo, acquistando con assegni falsi grosse quantità di mangime per animali per essere successivamente rivendute, secondo le accuse, al mercato nero. Per un 40enne di Frosinone ed un 60enne di origine rom, entrambi residenti a Sora,  è scattata la perquisizione domiciliare. L’operazione è dei carabinieri della compagnia della città volsca.

Durante le ispezioni sono stati rinvenuti alcuni titoli al portatore di dubbia provenienza, nonché altra documentazione al vaglio degli inquirenti.

I danni arrecati dai due ai vari imprenditori locali, delle province di Cuneo e dell’Aquila, secondo le accuse ammontano a oltre ventimila euro.