SORA – 26 MAR – Un trentenne sorano è stato arrestato dagli agenti del commissariato con l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. I fatti risalgono alla serata di lunedì quando è arrivata al 113 la chiamata per una lite in corso all’interno di un bar della periferia di Sora. Due uomini hanno iniziato a dirsene di tutti i colori e nella lite, all’arrivo dei poliziotti, era stato coinvolto anche il titolare del bar.

     Gli agenti della volante una volta entrati nel locale hanno notato che uno dei tre era particolarmente agitato, anzi, una volta visti i poliziotti avrebbe iniziato ad insultare anche loro minacciandoli, anche con un utensile da officina che teneva in mano. A quel punto gli agenti hanno deciso di intervenire vista la situazione di pericolo e le minacce sempre più pesanti.

     L’uomo, un 30enne, è stato bloccato e disarmato solo dopo una colluttazione con i poliziotti da cui però nessuno ha riportato lesioni. L’uomo è stato quindi portato in commissariato dove è stato sottoposto a tutti gli accertamenti di rito ed arrestato. Per lui, come disposto dal giudice della Procura di Cassino, sono scattati gli arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo.