FROSINONE/FERENTINO – 21 GEN – Ci siamo: domenica parte l’esperimento del comune di Frosinone che ha stabilito due giorni di blocco per combattere le polveri sottili. Un attacco frontale allo smog, con stop alla circolazione e scuole chiuse nella giornata di lunedì per limitare i disagi. Si vuole capire se siano davvero le auto il problema, o se invece la causa dello smog alle stelle vada ricercata altrove. A giudicare dalle ultime rilevazioni dell’ArpaLazio sicuramente il blocco ci vuole: le centraline hanno sforato di nuovo i limiti. In particolare quella della zona scalo, come sempre: 119 i microgrammi di pm10 per metro cubo registrati dall’impianto nella giornata di venerdì. Decisamente troppi. La speranza è che questo maxi blocco possa incidere e rendere l’aria migliore.

Va meglio invece a Ferentino: per domenica anche qui ci sarà lo stop alle auto nel centro storico, ma gli ultimi dati dell’arpa sono incoraggianti: pm10 nella norma.

Decisamente male va invece a Ceccano: 121 microgrammi di polveri sottili per metro cubo, con già  15 giorni di sforamento nel 2017. Ma domenica nella città dell’amministrazione Caligiore non ci sarà alcun blocco: la domenica ecologica ci sarà invece il 5 febbraio, quando lo stop riguarderà ancora una volta Frosinone e Ferentino, oltre che Alatri. Quattro grandi comuni che uniscono le forze per cercare di contrastare lo smog. Staremo a vedere. Intanto si comincia…