FROSINONE – 29 APR – Oggi si chiama ufficio scolastico provinciale, ma da ottant’anni, per tutti, resta il Provveditorato agli studi. E’ stato celebrato venerdì il compleanno dell’istituzione scolastica più importante della provincia di Frosinone, un ufficio che resta e che la sua età pare portarsela davvero bene.

L’appuntamento, nella sede dell’ufficio in viale Olimpia, è stato aperto da un figlio illustre della provincia di Frosinone, un uomo che dalle scuole del capoluogo è arrivato fino alla scrivania più importante del Corriere della Sera. Il direttore Luciano Fontana ha parlato del ruolo dei media e soprattutto dei nuovi media nella formazione delle nuove generazioni. Non è stato tenero, ha lanciato una forte invettiva affermando: “Siamo nell’era della conversazione, non della comunicazione. Un enorme bar sport senza cultura ed informazione”. Un cambiamento che ha toccato anche il provveditorato, sempre più digitale e meno cartaceo.

Ma ottant’anni sono soprattutto una storia lunghissima, fatta di uomini e donne, di documenti, messi in mostra per l’occasione, insieme alle testimonianze di chi può raccontare questo percorso.