ALATRI – 03 FEB – Il Comune di Alatri vara le domeniche ecologiche per limitare le emissioni di polveri sottili nell’aria.
Il sindaco della città, Giuseppe Morini, ha emesso un’apposita ordinanza con la quale si prevedono cinque blocchi totali alle auto nell’anno in corso.
Si inizia domenica 15 febbraio: gli stop ci saranno anche il 22 marzo, il 26aprile, il 15 novembre ed il 29 no-vembre,
Cinque domeniche ecologiche in cui l’accesso alle auto sarà off-limits dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 19.
Il blocco riguarderà l’area urbana delimitata da: Via Alcide De Gasperi, Via Circonvallazione Portadini, Porta San Nicola, Via Melegranate, Porta Portati, SR 155 La Donna ( che resterà percorribile ), Via della Stazione, Via Madonna della Sanità ( che resterà percorribile ),Via Chiappitto ( che resterà percorribile ) e Via La Stazza ( che resterà percorribile ).
Il piano del comune di Alatri prevede anche, a partire dal 15 di marzo, il divieto di accensione di fuochi all’aperto, anche se l’attività è legata alle attività agricole.
L’ ordinanza prevede che la temperatura negli edifici ad uso residenziale, commerciale, scolastico non sia superiore a 18°C.
Negli edifici ad uso industriale ed artigianale, la temperatura, invece, non potrà essere superiore a 16°C.
Per gli impianti di riscaldamento alimentati a gasolio, o nafta, il periodo di accensione deve essere ridotto di due ore rispetto a quelli consentiti; è vietato l’uso di legna da ardere o biomasse per alimentare im-pianti di riscaldamento con potenza superiore a 35 KW, qualora esista la possibilità di utilizzare combustibili gassosi o GPL.
L’ordinanza prevede l’obbligo di ridurre la temperatura di cantine, ripostigli, scale primarie e secondarie, che collegano spazi di abitazioni con cantine, box, garage e lo spegnimento dei motori per gli autoveicoli per soste di durata maggiore ad un minuto o in corrispondenza di impianti semaforici.
Queste ultime misure sono state adottate perché secondo il comune ad Alatri gli sforamenti dei limiti di PM10 sono dovuti soprattutto ai problemi connessi con il periodo invernale, con la conseguente accensione degli impianti di riscaldamento che provocano più emissioni nell’aria. Durante le domeniche ecologiche, inoltre, il comune ha in cantiere l’organizzazione di diverse iniziative culturali nel centro storico.