ALATRI – 03 APR – Le prime testimonianze riportano al 1700 quando il borgo di Alatri cominciò a fare da cornice alla rievocazione della passione di Cristo. Tre secoli sono trascorsi da allora e l’antico borgo ciociaro con vicissitudini alterne ha continuato a rappresentare gli ultimi minuti della vita di Gesù a partire dal giovedì con la rievocazione dell’ultima cena. Una celebrazione che richiama ogni anno migliaia di turisti e fedeli da tutte le parti di Italia e che fonda le sue origini nelle rappresentazioni sacre medievali. Le telecamere di Teleuniverso riprenderanno l’evento che sarà trasmesso in diretta subito dopo il telegiornale, alle 21e10 circa.

La notte della Passione alatrense si vivrà lungo le stradine del suggestivo centro storico: come di consueto la rappresentazione si aprirà con i quadri di rievocazione biblica, per poi concludersi con le immagini del Nuovo Testamento e delle vicende legate alla vita e alla morte del Cristo. La rievocazione si concluderà dunque con l’impiccagione di Giuda e la crocefissione di Gesù.

Teleuniverso sarà presente stasera ad Alatri con 9 telecamere di cui due radiomobili che consentiranno di riprendere ogni particolare della rievocazione, 9 operatori, due tecnici ed un regista: una grande macchina organizzativa che venerdì sera si metterà in moto per i vicoli del borgo. E per la prima volta Teleuniverso riprenderà anche una parte della processione che si snoderà nella parte bassa del centro storico. L’appuntamento con la storia, la tradizione, la fede ed il folklore è questa sera alle 21:10.