ANAGNI – 09 MAR – Quel crollo ed i due sopralluoghi già eseguiti non fanno stare tranquilli i genitori che hanno chiesto nei giorni scorsi ed ottenuto in mattinata un intervento da parte dei vigili del fuoco. La vicenda è quella del Convitto nazionale Regina Margherita di Anagni, dove, durante la notte tra giovedì e venerdì, ha ceduto parzialmente un tramezzo all’interno di un’aula della scuola media. È accaduto a causa del maltempo, stando ai primi riscontri, con le forti raffiche di vento che hanno prima scardinato le finestre, facendo poi entrare anche la pioggia.

Da qui il crollo ed il successivo trasferimento degli alunni nei locali dell’aula magna e del refettorio. Le lezioni non sono mai state sospese, ma in questi giorni non si sono fermate neanche le proteste da parte dei genitori, che vogliono avere la certezza che quell’edificio dove i figli trascorrono molte ore sia davvero sicuro. I vigili del fuoco in mattinata sono stati nella struttura ed ora si attende la loro relazione.

Il rettore ha spiegato che già sono stati eseguiti due sopralluoghi, da parte dei tecnici dell’ufficio tecnico comunale e di un tecnico della provincia: entrambi hanno evidenziato che non ci sono danni strutturali. Oltre al cedimento del tramezzo, realizzato circa 30 anni fa, la spostamento di alcune tegole e la caduta di una canna fumaria, non ci sono altri problemi: la scuola è sicura.
Ma i genitori, vedendo anche queste immagini, non si sono arresi ed hanno chiesto l’intervento dei vigili del fuoco: vogliono essere certi che nulla sia stato tralasciato. La relazione dei vigili chiarirà ogni dubbio.