FROSINONE – 25 MAG  – I giochi son fatti: vige ora il rigoroso silenzio tra i candidati in attesa del grande giorno. Domenica si vota per Europee e Comunali:

Per quanto riguarda le Amministrative i cittadini di 39 comuni in provincia di Frosinone e 7 in provincia di Latina sono chiamati a nominare un nuovo primo cittadino.  Le urne saranno aperte dalle 7 alle 23. In ciociaria le uniche due città al voto sopra i 15 mila abitanti sono Cassino e Veroli. In questi due centri si andrà all’eventuale turno di ballottaggio domenica 9 giugno, nel caso in cui uno dei candidati non dovesse raggiungere il 50%+1 delle preferenze al primo turno.  Lo spoglio delle schede comincerà lunedì 27 maggio alle 14:00. In totale sono 101 i candidati per diventare primo cittadino nei vari centri del territorio ciociaro.

Ma come si vota? Sulla scheda saranno scritti i nomi dei candidati con al fianco i simboli delle liste a essi collegate. Vicino ai simboli ci saranno delle righe bianche, nelle quali si potrà indicare le preferenze relative ai candidati di quella lista. Si possono esprimere massimo due preferenze per i consiglieri comunali; qualora si dovesse esprimere più di una preferenza è obbligatorio che i nomi indicati appartengono a un uomo e una donna. Si può votare dunque: nei comuni fino a 15 mila abitanti con un solo segno sul nome del candidato sindaco, con un solo segno su di una lista legata al candidato. Non è ammesso il voto disgiunto: è eletto sindaco chi ottiene il maggior numero di voti.

Nei comuni oltre i 15 mila abitanti, si può votare un candidato sindaco e una delle liste collegate, votare un candidato sindaco e una lista non collegata (Voto disgiunto). Nei comuni fino a 5 mila abitanti si può esprimere una sola preferenza per i consiglieri. Nei comuni con più di 5 mila abitanti si possono esprimere due preferenze, ma devono essere di genere diverso, donna e uomo.

Per le Europee la scheda sarà di colore rosso. Ciascun elettore può esprimere il suo voto di lista tracciando una X nel riquadro corrispondente alla lista scelta. Si possono esprimere anche da uno a tre voti di preferenza, per i candidati che appartengono alla lista scelta. In caso di più preferenze,però, queste devono essere assegnate a candidati di sesso opposto, altrimenti ci sarà l’annullamento.

Il voto di preferenza si esprime scrivendo il nome e il cognome o solo il cognome dei candidati nelle righe tracciate accanto al box della lista. Non è previsto, in questo caso, il voto disgiunto. Lo scrutinio per le Europee avverrà domenica sera alle 23