CASSINO – 22 FEB – Nel ricorso al Consiglio di Stato presentato dal comune di Cassino il 22 gennaio scorso contro la decisione del tar di Latina che impone all’amministrazione di concedere gli impianti idrici ad Acea Ato 5, ci sarà anche una nota aggiuntiva estrapolata dalla proposta di delibera presentata dal comitato Acqua nostra. Così ha deciso l’assessore all’ambiente Riccardo Consales nell’ambito della riunione che si è tenuta sabato in Comune.

Inoltre il comitato cassinate pungola le sigle sindacali per il mancato sostegno alla manifestazione del 31 gennaio scorso snodatasi per le vie della città martire. Gli stessi sindacati che ora chiedono la massima partecipazione al corteo del 27 febbraio prossimo a Frosinone. Secondo il comitato cassinate il motivo del mancato appoggio è da rintracciare nel diverso obiettivo che muove il sindacato da una parte e dall’altro il comitato Acqua nostra. Quest’ultimo chiede senza mezzi termini la risoluzione contrattuale con Acea per tutta una serie di pubbliche inadempienze. Meno drastica, secondo il comitato, la posizione invece delle sigle sindacali promotori della manifestazione del prossimo venerdì.

L’appuntamento di sabato è stato anche occasione per concertare i prossimi appuntamenti con le altre associazioni del territorio, sempre a difesa dell’acqua pubblica.