CASTROCIELO – 22 APR – Il Consorzio di Bonifica Valle del Liri di Cassino è pronto a fare i lavori che risolverebbero subito ed in maniera definitiva i problemi di approvvigionamento a Capodacqua di Castrocielo. Ma occorre che la Regione Lazio ci metta i soldi: non necessariamente versandoli ma è sufficiente che lasci a Cassino le somme necessarie. Rinunciando, a circa 100mila euro che deve riscuotere dal Consorzio.

            E’ la risposta arrivata in mattinata al sindaco di Castrocielo Filippo Materiale, inviata dal commissario per l’unificazione de Consorzi di Bonifica in provincia di Frosinone, Raffaele De Lipsis.

            Materiale nei giorni scorsi aveva fatto sentire la sua voce. Evidenziando che a Capodacqua il lago è in secca e così pure il corso che lo approvvigiona. Con gravi conseguenze per l’agricoltura, le aziende agricole della zona.

            De Lipsis ha già individuato l’origine del problema e la soluzione. C’è il problema dei soldi. Ma anche su quello c’è la via d’uscita indicata dal Commissario inviato in Ciociaria da Nicola Zingaretti.

            L’ex alto magistrato  poi si è tolto il classico sassolino dalla scarpa. Ha detto che quel problema doveva essere risolto da tempo. Nessuno – ha evidenziato De Lipsis – al di là delle promesse verbali, si è finora premurato di affrontare.