CECCANO  – 17 FEB  – A Ceccano la seconda domenica a piedi dell’anno: lo stop alle auto in centro dalle 8 fino alle 18 per tentare di arginare la piaga delle polveri sottili nell’aria.

Il primo stop del 2019 in città vi era stato già lo scorso 13 gennaio, anche se non ebbe alcun effetto sulla concentrazione di Pm10 nell’aria.  Altre due domeniche ecologiche ci saranno a marzo.

Ma intanto l’aria sui cieli di Ceccano continua ad essere sempre affatto buona. I dati dell’Arpa Lazio relativi a sabato 16 febbraio ci dicono che la centralina installata in città ha sforato ancora, seppur di poco, i limiti. E’stata rilevata una concentrazione di 62 microgrammi per metri cubi di Pm10; il limite è 50.

A Ceccano i giorni di sforamento sono già 30 dall’inizio del 2019. Il numero massimo è di 35.

Sabato ha sforato anche la centralina di Frosinone Scalo: e purtroppo non è una novità: qui i giorni di sforamento sono 33. E’ prima in questa classifica di certo non lusinghiera. La concentrazione di polveri sottili nell’aria è stata, anche in questo caso, di 62 microgrammi per metro cubo.

Tutte le altre centraline installate in Ciociaria sono state sotto il limite consentito.