Scuole sicure e lotta al lavoro nero. Sono queste le direttrici entro le quali si è mossa l’azione dei carabinieri della compagnia di Alatri nelle ultime ore, in particolare a Fiuggi. Qui i carabinieri della stazione cittadina ed i colleghi della compagnia, insieme a due unità cinofile provenienti dalla capitale, tutti coordinati dal comandante Vittorio De Lisa hanno controllato un istituto scolastico della città termale.

I controlli, a cui hanno preso parte anche i dirigenti scolastici, hanno portato i loro frutti. Ad uno studente romano, che frequenta la scuola fiuggina, i militari hanno trovato addosso 8,5 grammi di hashish, mentre la successiva perquisizione in bagno ha permesso di rinvenire altra sostanza nascosta e scovata dal fiuto del cane Balboa. La droga è stata sequestrata, mentre il giovane romano è stato segnalato al Prefetto.

A Torre Cajetani invece gli stessi carabinieri sono entrati in azione con i colleghi del reparto ispettorato del lavoro. Qui è stato scoperto che in una attività commerciale la titolare aveva installato un impianto di videosorveglianza per controllare i dipendenti, il tutto secondo le accuse senza l’autorizzazione dell’ispettorato del lavoro. Alla donna sono state elevate sanzioni amministrative per 1500 euro ed ammende per oltre 300 euro.