FROSINONE – 02 GEN – Conoscere i tempi di bonifica delle discariche in Italia ed in Ciociaria, ma soprattutto le intenzioni del governo sul futuro della discarica di Via Le Lame e la tutela della salute pubblica. E’ quello che chiederà Francesco Scalia, alla ripresa dei lavori parlamentari, al Ministro dell’ambiente Galletti attraverso una interrogazione parlamentare.
L’ex presidente della Provincia di Frosinone, interviene così dopo il sequestro della discarica nella zona industriale di Frosinone operato dalla Procura della Repubblica. L’interrogazione però riguarderà anche la sanzione, da 40 milioni di euro più 42,8 per ogni semestre di ritardo, inflitta dall’Europa all’Italia per il mancato rispetto della normativa sulle discariche. Le sanzioni partiranno da quest’anno.
Tra le 218 discariche italiane oggetto della sanzione europea, ben 27 sono in provincia di Frosinone e proprio attraverso l’interrogazione il senatore democratico chiede di conoscere il crono programma con cui si affronteranno, a livello ministeriale, le bonifiche di queste discariche. In particolare, la situazione più preoccupante riguarda la discarica di Via Le Lame, dove secondo la Procura il percolato che per anni è fuoriuscito dai rifiuti, ha inquinato la falda acquifera. La magistratura ha affidato il sito al comune per effettuarne la bonifica, ma siccome quel sito rientra tra quelli oggetto di sanzione europea, è anche il Ministero a doverne rispondere attraverso la messa in sicurezza.