FROSINONE – 03 APR – Mentre il Ponte Bailey sta permettendo alla cittadinanza di utilizzare il viadotto Biondi a Frosinone bypassando il fronte franoso, i lavori per il consolidamento del costone e la definitiva messa in sicurezza dell’infrastruttura non partono. A dare notizia dello slittamento è il consigliere comunale Danilo Magliocchetti, spiegando che il nuovo stop è dovuto al cambio del direttore dei lavori.

     Con una determina del 29 marzo scorso infatti è stato disposto da parte della Regione il cambio del direttore dei lavori che era stato nominato nel 2015. La motivazione del cambio? Il 1 settembre il tecnico andrà in pensione. Immediatamente è stato nominato il nuovo ufficio di direzione lavori per l’intervento sul costone, tre i tecnici nominati, di cui uno direttore.

     Non è stato questo però l’unico stop che nelle ultime settimane ha vissuto la vicenda. Il 10 marzo scorso infatti, a causa di un parere negativo dell’autorità anticorruzione era stata cambiata la ditta aggiudicataria dell’appalto. Stop su stop, rallentamenti su rallentamenti, che di fatto stanno facendo slittare di settimana in settimana i lavori e l’apertura del cantiere.

     Il crollo di una porzione del ponte, lo ricordiamo, avvenne nel 2013 e dopo un lungo iter si era arrivati all’ok per i lavori di messa in sicurezza e ripristino della viabilità sul viadotto. Situazione sanata in parte dal ponte che, dalla fine del 2016, è stato collocato in via provvisoria. Forse. Chissà per quanto.