FROSINONE – 07 MAR – Dopo due giornate di forte vento in Ciociaria ora si effettua la conta dei danni: superstrada Avezzano – Sora chiusa nel tratto che attraversa la città volsca, aziende agricole in ginocchio e vigili del fuoco ancora impegnati in numerosi interventi relativi ai problemi provocai dalle forti raffiche.
A causare la chiusura della superstrada che da Sora porta ad Avezzano, nel tratto che attraversa la città volsca, sono stati i danni provocati dall’incidente avvenuto nella mattinata di venerdì quando il vento ha spostato un camion e lo ha scaraventato contro il guard rail.

La superstrada da Sora Nord a Sora centro verrà riaperta solo quando verranno ripristinate le barriere di protezione: probabilmente entro la prossima settimana prossima.
I vigili del fuoco del comando provinciale di Frosinone hanno lavorato per tutta la notte, specie al nord della ciociaria, in diversi interventi per i danni provocati dal vento. In mattinata i pompieri sono dovuti intervenire anche verso Forca D’Acero per soccorrere un automobilista rimasto bloccato con la sua auto da una tempesta di neve: il ragazzo, che stava andando a sciare, è stato salvato nel giro di pochi minuti.

Ma il vento ha provocato forti problemi anche alle aziende agricole della ciociaria e del pontino: in particolare le folate hanno distrutto interi capannoni, scoperchiato serre, distrutto coltivazioni.

Stesso discorso anche per le aziende degli allevatori con le stalle che sono state seriamente danneggiate.
Eventi che portano la Uimec di Frosinone e di Latina a chiedere l’immediato stato di calamità naturale alla Regione Lazio: per questo il sindacato chiede a tutti i primi cittadini della provincia di Frosinone e di Latina di effettuare subito un censimento dei danni.