LATINA – 11 GEN – Quello delle lunghe file ai pronto soccorso e degli accessi impropri è una problema che riguarda tanto la provincia di Frosinone quanto quella di Latina.
E proprio nel pontino, in questi giorni di straordinaria affluenza sia al Goretti sia negli altri presidi ospedalieri pontini, la Asl lancia un nuovo appello agli utenti affinché utilizzino le strutture dedicate presenti sul territorio.
Dall’Azienda Ospedaliera di Latina arriva una sorta di vademecum per ricordare a tutti i cittadini alcuni dei percorsi diagnostici a disposizione.
Solo su Latina – ricorda la Asl – sono attive 13 Unità di Cure Primarie (le UCP), ambulatori di medicina generale aperti dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 19, che facilitano l’accesso dei cittadini ai servizi sanitari e che contribuiscono a ridurre il numero di accessi impropri al Pronto Soccorso.
E poi la Asl ricorda che è attivo, in via Cesare Battisti 48, il sabato e la domenica, e nei giorni festivi dalle 8 alle 20, l’Ambu Fest, in cui un medico ed un infermiere sono a disposizione per varie prestazioni.
L’intento della Asl è chiaro: l’utilizzo corretto di queste strutture consente di evitare lunghe file ed un ulteriore congestionamento del pronto soccorso per quei codici verdi o bianchi per cui le prestazioni possono essere erogate tramite i servizi disponibili sul territorio.