LIVIGNO – 21 FEB – Era nascosta tra le nevi, ma qualcuno l’ha scovata. La nuova Alfa Romeo Giulia, o meglio il prototipo che porta su strada la meccanica e la tecnologia dell’auto che nascerà a Piedimonte San Germano, è stato “beccato” a Livigno, al confine tra Italia e Svizzera e fotografato. L’autore delle foto è il titolare di un blog sulla piattaforma Tumblr, nome utente inno88. Sul suo blog è possibile vedere le tre foto ad alta risoluzione e sotto una didascalia in inglese: “Say hello to the Alfa Giulia mule in Livigno”. Che tradotto vuol dire “Salutate il muletto dell’Alfa Giulia a Livigno”.

Le due auto immortalate ed opportunamente camuffate, sono diverse tra loro. La carrozzeria delle due auto nere, è quella della Maserati Ghibli, una soluzione che nel team di ricerca e sviluppo messo in piedi da Harald Wester per Alfa Romeo, era già stata utilizzata sulle strade svedesi qualche settimana fa. Un altro particolare immortalato dal blogger, riguarda l’interno di una delle due macchine. Il volante Jeep ad esempio è un altro adattamento rispetto a quella che sarà la realtà, così come il cruscotto. La plancia invece è spartana al massimo, con un computer per il climatizzatore, due bocchette ed il selettore di assetto, una soluzione già presente sulle auto del biscione.

Nessuna conferma o smentita da Fiat Chrysler, ma i tempi paiono essere davvero maturi. Questa infatti potrebbe rappresentare una delle ultime ondate di test prima della messa in produzione nello stabilimento cassinate della nuova auto che, come annunciato da Sergio Marchionne, verrà presentata il prossimo 24 giugno ad Arese, nell’ambito dell’Expo. A Piedimonte San Germano intanto, lo stabilimento è sempre più blindato, ma una cosa è certa: con questi ritmi e con i dati che arrivano dall’indotto, le porte dei capannoni si apriranno a breve.