FRANCOFORTE – 26 GEN – Nessuno l’ha mai vista, non si conoscono le specifiche tecniche, ma i giganti già la temono. Stiamo parlando della nuova berlina Alfa Romeo, quella che quasi sicuramente si chiamerà Giulia e che verrà costruita nello stabilimento di Piedimonte San Germano. La prima auto del nuovo corso del biscione, è stata infatti argomento di dibattito su uno dei siti più accreditati della galassia BMW.
All’interno di Bmwblog.com da qualche ora campeggia un articolo, in cui si sottolinea come la nuova berlina Alfa Romeo sarà una vera e propria gatta da pelare per la serie 3 della casa di Monaco di Baviera. Gli ingegneri che hanno lavorato per mesi al progetto e che nelle prossime settimane porteranno quei disegni e quelle tecnologie sulle linee dello stabilimento Cassinate, sono stati trasferiti dai capannoni segreti di Modena a quelli dell’ex stabilimento Irisbus. Ora cominceranno a lavorare più alla luce del sole, ma delle specifiche dell’auto ancora nulla.
La prima auto che verrà fuori dallo stabilimento di Piedimonte è un vero mistero, la berlina i cui dettagli tecnici sono praticamente sconosciuti, non fa che alimentare le incertezze e i rumors. La nuova berlina del brand italiano ha delle potenzialità, sia per design che per quanto riguarda il comparto tecnico, davvero enormi che potrebbero mettere in grossa difficoltà la triade tedesca che da anni si divide il mercato.
Questo è quello che in ogni caso sperano tutti, a partire da Marchionne fino all’ultimo degli operai dello stabilimento cassinate: le nuove auto Alfa che verranno prodotte a Cassino e commercializzate in Europa e Stati Uniti a partire dal 2016, saranno uno dei tasselli fondamentali del rilancio di tutto il gruppo FCA, ma non solo, dovranno concorrere a far ripartire un intero territorio.