PONTECORVO – 18 MAR – La Regione Lazio ha sospeso per 60 giorni il pagamento delle bollette del Consorzio di Bonifica valle del Liri. Tra i primi ad esultare il Consigliere Regionale Pasquale Ciacciarelli che la definisce una vittoria della consulta dei sindaci del Lazio Meridionale; ora, però – dice il consigliere –  si proceda per l’annullamento.

Sulla stessa lunghezza d’onda il sidnaco di Pontecorvo, Anselmo Rotondo: «Noi continueremo il pressing perché vogliamo l’annullamento definitivoۚ». Rotondo ha voluto ringraziare tutti i sindaci che hanno aderito e Coldiretti che, come sempre, è stata al fianco dei sindaci e del territorio.

La Consulta dei sindaci tenutasi proprio a Pontecorvo  la settimana scorsa aveva affrontato e chiesto la sospensione dei pagamenti per la quota irrigua anche a coloro i quali risiedono in zone urbane.

Ma nei giorni scorsi tutto il territorio interessato aveva fatto squadra contro le cosiddette “bollette pazze” del Consorzio.

I sindaci, a gran voce –  avevano chiesto l’annullamento  sostenendo che le bollette sono state inviate ad un nuovo indirizzario che è sbagliato. Perché ha inserito tra i contribuenti anche i proprietari di terreni e fabbricati che non sono tenuti al pagamento.

In queste ore è arrivata una prima importante vittoria.