PONTECORVO – 03 APR – Sale operatorie ed un nuovo reparto di degenza infermieristica con venti posti letto. E’ questo il futuro della casa della salute di Pontecorvo tracciato in un incontro che si è svolto in Regione tra il sindaco Rotondo, l’assessore alla sanità Narducci ed il responsabile della sanità regionale Alessio D’Amato. Un incontro in cui è stata preannunciata anche una visita che a breve D’Amato farà proprio nella struttura sanitaria della città fluviale.

     Il perché di queste migliorie alla Casa della Salute di Pontecorvo sta nei numeri: 33 mila giornate di degenza per un totale di 1700 ricoveri nel reparto infermieristico della struttura. Dati che sottolineano come nei fatti la Casa della Salute sta svolgendo il suo compito di decongestionante dell’ospedale di Cassino. Il nuovo reparto nascerà al quinto piano dell’ex Pasquale del Prete. E tutto ciò porta anche ad un risparmio: un giorno di degenza infermieristica infatti costa alla regione 200 euro, mentre un giorno in ospedale oscilla tra gli 800 ed i 1000 euro.

     Nuovi servizi saranno previsti anche presso il PAT, perché si sta lavorando alla possibilità di eseguire elettrocardiogrammi letti in teleassistenza con i reparti di cardiologia degli ospedali collegati, stesso meccanismo anche per la radiografia. Soddisfatto il sindaco Anselmo Rotondo che sottolinea: “Ancora notizie positive per una struttura che cinque anni fa era semivuota e che oggi è un punto di riferimento per la sanità provinciale e un modello da esportare”. Il sindaco ci ha tenuto a ringraziare tutti coloro i quali hanno lavorato a questo progetto, l’assessore D’Amato ed i consiglieri regionali Buschini e Ciacciarelli in primis.