ROCCASECCA – 10 FEB – Cittadini, comitati e politici: tutti assieme contro l’ampliamento della discarica di Cerreto a Roccasecca: all’unisono hanno fatto scandito il loro no, ed hanno manifestato al grido di “adesso o mai più”.

C’erano i primi cittadini con la fascia tricolore, rappresentanti della Provincia, parlamentari, ma c’era tantissima gente comune; moltissime le persone  presenti per ribadire il loro diritto alla salute; e c’erano anche numerosi cartelli per ribadire che Roccasecca non è una discarica, che la gente comune si batte tutte le proprie forze, con le istituzioni del territorio, contro l’ampliamento

Intanto il 13 febbraio prossimo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri si aprirà una fase preliminare in cui verrà valutato il ricorsi presentato dal Comune di Roccasecca.

L’ampliamento da parte della società che gestisce la discarica, la Mad, e che aveva avuto il parere positivo della Regione,  consiste in una sopraelevazione: ovvero lo stoccaggio in altezza di circa 180 mila tonnellate di rifiuti: ma un intero territorio domenica ha fatto sentire la propria voce, il proprio dissenso: l’ultima parola spetta al Governo.