TERRACINA – 17 APR – La Santa Pasqua regalerà ai terracinesi una Pontina nuova di zecca, o almeno in parte. La voragine che il 25 novembre scorso squarciò la 148  al km 97,700 è stata richiusa ed asfaltata.  Procedono spediti i lavori di messa in sicurezza per  riaprire il tratto di strada entro il fine settimana.

  Una riapertura tanto attesa non solo dagli automobilisti di Terracina ma dalle migliaia di persone che ogni giorno percorrono la trafficata arteria regionale. Dopo 5 mesi dall’apertura della voragine che inghiotti l’imprenditore Valter Donà, il cui corpo non è stato ancora ritrovato, la Pontina tornerà percorribile. Per 5 mesi infatti gli automobilisti hanno percorso strade alternative che aumentavano notevolmente i tempi di viaggio, visto il crollo dell’asfalto nel canale  scorreva al di sotto.

Il tratto della 148 è stato per diverso tempo sequestrato. Questo per consentire agli inquirenti di procedere con le indagini utili ad individuare eventuali responsabilità per la tragedia costata la vita all’imprenditore pontino. Al momento la Procura di Latina indaga contro ignoti.