ARCE – 12 NOV – Ha scardinato la cassetta con le offerte lasciate dai fedeli nella Chiesa di San Pietro e Paolo ad Arce ed ha rubato 700 euro in contanti.

Con questa accusa un uomo di 48anni è stato denunciato dai carabinieri della locale stazione e della Compagnia di Pontecorvo. I fatti contestati all’uomo sono accaduti nel pomeriggio del 20 settembre scorso.

Le indagini sono partite dopo la denuncia presentata dal parroco della Chiesa oggetto del furto. Raccolti tutti gli elementi i militari, coordinati dal capitano Tamara Nicolai, hanno individuato il 48enne.

Un aiuto fondamentale alle indagini è stato dato dalle immagini estrapolate da un sistema di videosorveglianza esterno. Da quei frammenti i carabinieri sono riusciti a ricostruire i movimenti dell’uomo: in particolare – stando alle ipotesi investigative – l’ingresso nella chiesa e l’uscita dalla stessa con una scatola contenente il bottino, nonché la  sua fuga a bordo di un’autovettura una volta fuori dal luogo sacro.

Per il 48enne, già con precedenti per reati contro la persona ed il patrimonio, è scattata la denuncia per furto aggravato.