Sciopero e soccorso: questo lo slogan dello sciopero di giovedì  da parte dei vigili del Fuoco di Frosinone e Latina, dalle 16 alle 20.

E’ stato comunque assicurato, infatti , il servizio di soccorso ai cittadini.

I pompieri con la loro protesta hanno chiesto una più dignitosa retribuzione e previdenza che riconosca il ruolo specifico dei VVF in termini di rischio, al pari degli altri Corpi dello Stato, oltre ad una diversa copertura assicurativa che dia maggiori garanzie assistenziali in caso di infortuni e ne riconosca le malattie professionali che riguardano il personale.

Sotto la lente di ingrandimento anche la carenza di personale.

Nella sede centrale del capoluogo ciociaro, ad esempio,  sono presenti mediamente una sola squadra completa da intervento di 5 unità e due squadre di appoggio di 2 unità ciascuna che devono garantire il soccorso a più di 400 mila abitanti. Medesima carenza e sottodimensionamento si registrano presso le sedi distaccate di Cassino, Sora e Fiuggi.