CASSINO – 21 SET – Investito da un’autovettura, poi preso a pugni e rapinato di 20 euro. La vittima dell’episodio  è un 24enne egiziano.

I fatti sono accaduti, giovedì, in Viale Pertini a Cassino. Secondo i carabinieri ad aggredire lo straniero è stato un cittadino extracomunitario che viaggiava a bordo di una veicolo condotto da una 38enne del cassinate.

La vittima è stata soccorsa e trasportata presso il pronto soccorso dell’ospedale di Cassino e refertata con 10 giorni di prognosi per un trauma al volto e contusioni multiple.

Le indagini dei carabinieri alla ricerca dei due soggetti hanno avuto subito una svolta. Secondo i riscontri dei militari quella macchina ricercata aveva anche tamponato un’altra autovettura parcheggiata in Piazza Vigili del Fuoco, riportando ingenti danni, e gli occupanti si erano dati alla fuga, a piedi, per le strade adiacenti.

La 38enne è stata rintracciata nei pressi del cimitero comunale: la donna è stata riconosciuta dal 24enne egiziano come la conducente dell’autovettura che poco prima lo aveva investito e che successivamente, dopo averlo rapinato, si era data alla fuga unitamente a un complice.

La 38enne è stata arrestata e condotta ai domiciliari:  dopo la convalida dell’arresto il GIP del Tribunale di Cassino ha disposto per la 38enne l’obbligo di dimora nel comune di residenza.

Le indagini sono proseguite e nella notte i carabinieri, presso l’abitazione di un noto pregiudicato del posto, hanno fermato un 47enne tunisino,  residente a Cassino, considerato il  responsabile della rapina consumata il 19 settembre insieme alla donna 38enne.

Al termine delle formalità di rito il 47enne, già censito per stupefacenti, furto, immigrazione clandestina, falso in atto pubblico e resistenza a pubblico ufficiale, è stato portato in carcere a Cassino.