CASSINO – 18 SET – L’emorragia di auto vendute non si arresta: anche Luglio e Agosto sono stati tremendi per il marchio Alfa Romeo in tutta Europa. Ma i dati non sorprendono più di tanto visto il trend di questo terribile 2019. Nei primi otto mesi dell’anno, gennaio-agosto, il marchio del Biscione ha avuto un calo nelle vendite del 45%.

Scendendo nello specifico a Luglio 2019 Alfa ha venduto 4.472 vetture, con una diminuzione del 50% rispetto al luglio del 2018. Ancor peggiore il dato su Agosto 2019 quando sono state 3.386 le unità vendute, con un calo del 60% rispetto allo stesso mese del 2018.

In totale, nei primi 8 mesi del 2019, sono state 37.206 le auto vendute in Europa. Rispetto ai primi otto mesi del 2018  sono state immatricolate 67 mila auto in meno. Nel periodo gennaio-agosto Alfa Romeo ha fatto registrare, con il suo -45%, il peggior risultato in percentuale tra tutti i brand presenti sul mercato europeo.

La forte riduzione delle vendite della auto prodotte a Piedimonte San Germano va di pari passo alla riduzione della quota di mercato per Alfa Romeo. Alfa, infatti, passa dallo 0.6% dello scorso anno allo 0.3% registrato nel corso di questo 2019.

Il calo delle vendite, inoltre, è un pò generalizzato in tutta Europa.

Se in Italia i volumi di vendita sono scesi del 50% nei primi otto mesi del 2019, rispetto allo stesso periodo del 2018, in Francia la contrazione è pari addirittura al 66%. Va male anche altrove: in Spagna, con 2735 unità vendute nel corso di questi mesi, il calo è del 28% rispetto allo scorso anno.

In Germania il calo è del 38%.  In discesa le vendite nel Regno Unito e in Svizzera.

Questi i numeri, tristi: ad ottobre, intanto, si attendono i dati completi sulle vendite del terzo trimestre del 2019 mentre tutto mentre la cassa integrazione continua a farla da padrone nello stabilimento di Piedimonte San Germano.