CASSINO – 02 DIC – Una scritta apparsa su un muro,  offese con il piu’ macabro dei riferimenti, quello alla mamma deceduta.

La vittima è Danilo Evangelista, responsabile cittadino della Lega Giovani di Cassino.

E’il secondo episodio in pochi mesi per il giovane leghista. Le scritte sono state due, una riferita al partito e l’altra al giovane leghista.

Una famiglia di albergatori e molto in vista quella di Evangelsta che aveva già ricevuto in estate un’altra scritta al suo indirizzo.

Idee politiche diverse potrebbero aver spinto l’imbrattatore di turno o del caso all’offesa. Sulla vicenda stanno indagando gli agenti della squadra informativa  del commissariato di Cassino diretti dal commissario Pittiglio e dal Dott. Raffaele Mascia.