CEPRANO – 20 NOV – Un mezzo sospetto avvistato lungo l’A1 in territorio di Ceccano; quell’auto, una Jeep Renagade su cui viaggiavano due persone, che non si ferma all’alt dei poliziotti e poi un inseguimento durato una decina di chilometri fino a Ceprano.

E’ quanto avvenuto nella notte tra martedì e mercoledì lungo il tratto ciociaro di autostrada: all’interno della Jeep sono stati rinvenuti farmaci anti-tumorali, dentro varie scatole, per un valore commerciale  di 1 milione ed 800 mila euro.

Secondo gli agenti della polizia stradale, diretti dal dottor Stefano Macarra, quei farmaci erano stati rubati poco prima presso la farmacia interna dell’Ospedale  di Osimo (in provincia di Ancona). I malviventi avevano  forzato l’inferriata della struttura con arnesi atti allo scasso, rinvenuti poi nella Jeep, insieme al biglietto di ingresso autostradale  del casello Osimo-Ancona sud.

A finire in manette un uomo di anni 44, sul quale pende anche una misura  cautelare di obbligo di presentazione, e uno  di anni 49 entrambi nati e residenti a Napoli. Accusati di furto aggravato sono stati condotti in carcere a Frosinone.

Il conducente del mezzo, al momento del fermo lungo l’A1, aveva tentano la  fuga a piedi ma era stato prontamente bloccato dagli agenti della polizia stradale.

L’operazione svolta nella notte  riveste un particolare importanza in quanto quei farmaci sarebbero serviti  a tante persone per le terapie di cui necessitano.

I medicinali, fortunatamente, una volta recuperati dalla polizia stradale di Frosinone,  sono stati restituiti all’ospedale di Osimo.