FROSINONE – 02 DIC – Numeri importanti e che testimoniano come, seppur tra tante difficoltà, il popolo ciociaro quando si parla di solidarietà risponda sempre presente.

Nella nostra provincia il bilancio della 23esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare è più che positivo.

E, per certificarlo, ci facciamo aiutare proprio dai numeri. Complessivamente sono state oltre 32 le tonnellate di alimenti raccolte sul territorio provinciale.

A Cassino e nell’hinterland sono stati raccolte 15 tonnellate: 38 i punti vendita che hanno aderito all’iniziativa con tante associazioni e volontari che si sono impegnate per la riuscita della manifestazione.

Soddisfatto il responsabile della zona di Cassino, Gianfranco Miele, che mette in evidenza come rispetto all’anno scorso ci sia stato un aumento del 2,4 % sul cassinate e del 3% su Cassino città: un dato importante che si inserisce in un contesto che vede aumentare le famigli in difficoltà.

Nella zona di Frosinone, Anagni e  Fiuggi sono state raccolte oltre 10 tonnellate di alimenti nei 13 negozi dove si è svolta la Colletta: il dato su Frosinone città ci racconta di 4.486 kg di alimenti donati. Anche in questo caso il responsabile di zona, Alessandro Rossi, si dice molto soddisfatto perchè il dato è in crescita rispetto al 2018. Oltre 200 i volontari all’opera. Considerando che l’evento si è svolto in concomitanza con le giornate del Black Friday  – dice Rossi  – il dato assume ancor più valore.

Ma i numeri sono importanti anche su Sora e nelle zone limitrofe.Sono state raccolte oltre 7 tonnellate di alimenti nei 17 esercizi commerciali che hanno aderito. Una decina le associazioni coinvolte con 150 volontari. Anche in questo caso la soddisfazione del responsabile di zona Paolo Petta e è evidente. Da quest’ultimo anche un plauso alla protezione civile di Sora e Arpino per il lavoro svolto nel trasporto e stoccaggio dei pacchi con gli alimenti.