FROSINONE – 03 OTT – I carabinieri della Compagnia di Anagni e della stazione di Ferentino hanno chiuso il cerchio: nella notte tra mercoledì e giovedì a Frosinone, in collaborazione con i militari del NORM della Compagnia del capoluogo ciociaro, hanno fermato un 54enne residente a Torrice.

Per i carabinieri è il secondo uomo che, insieme ad un 43enne residente a Fiano Romano, arrestato lunedì scorso,  allo scopo di ottenere una grossa somma di denaro da un cittadino di Ferentino, lo avevano sequestrato e rapinato di 2 mila euro.

La vittima era stata portata in una località impervia e colpita più volte alla testa con un oggetto contundente. I carabinieri sospettano che il 54enne possa aver avuto il ruolo di organizzatore del colpo considerata la conoscenza con la vittima.

Il suo complice, il 43enne di Fiano Romano, era stato, invece, arrestato dopo che si era fatto accompagnare il malcapitato presso l’abitazione di quest’ultimo per prendere altri soldi. Sorpreso dai militari, dopo l’allarme lanciato dalla moglie della vittima, il 43enne era stato ammanettato in flagrante.

Nelle scorse ore l’epilogo della vicenda con il fermo del 54enne che è stato poi condotto in carcere a Frosinone.