FERENTINO – 19 NOV – I soldi del reddito di cittadinanza sprecati al videopoker: è l’ultimo caso scoperto dalla polizia di Frosinone che lo ha segnalato al Comune competente ovvero quello di Ferentino. Perché è proprio della città gigliata una delle due persone denunciate a seguito delle indagini della polizia postale sul danneggiamento di due sportelli Atm del capoluogo ciociaro: da quegli stessi accertamenti è emerso lo sperpero del reddito di cittadinanza alle slot.

Gli uomini della Sezione di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Frosinone nei giorni scorsi hanno raccolto la denuncia per il danneggiamento dei due sportelli bancomat delle Poste Italiane, quelli che si trovano in particolare all’esterno degli Uffici di via Tiburtina e di via dei Monti Lepini.

Attraverso appositi servizi e grazie anche alla visione dei filmati delle telecamere di video sorveglianza, i poliziotti hanno identificato e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone due persone, un quarantanovenne di Supino ed un trentottenne di Ferentino. Sono stati loro, secondo la ricostruzione della polizia, a danneggiare quegli sportelli. Perché?

Entrambi avrebbero cercato di ritirare denaro attraverso la Postepay del reddito di cittadinanza, ma avendo già prelevato la cifra massima consentita, l’operazione non è andata a buon fine: per questo si sono scagliati contro le tastiere e gli schermi degli sportelli danneggiandoli. Il 38enne di Ferentino è stato poi segnalato perché dalle indagini della polizia è emerso che i soldi del reddito di cittadinanza erano stati utilizzati quasi esclusivamente per i videopoker.