I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Frosinone e dei distaccamenti di Cassino, Sora e Fiuggi, insieme ai colleghi del pontino, incroceranno le braccia per 4 ore giovedì pomeriggio dalle 16 alle 20.

Sarà questa la prima di quattro giornate di mobilitazione a livello nazionale indette per chiedere  il rinnovo del contratto e maggiori tutele previdenziali e assicurative per il Corpo. Dopo il 21 novembre gli altri giorni di protesta sono stati fissati per il 2, 12 e 21 dicembre.

I sindacati  di categoria Cgil Fp VVF, Cisl Fns, Uil Pa chiedono garanzie sotto l’aspetto retributivo e previdenziale. Una maggior tutela per gli infortuni e le malattie professionali tipiche del lavoro; un riconoscimento reale delle specificità del lavoro.

Ma chiedono anche assunzioni visto che il Corpo – denunciano le organizzazioni sindacali – lavora sotto organico e con un personale con un età media superiore ai 50 anni.

Lo scorso 15 novembre si era tenuta una manifestazione nazionale a Roma, in piazza Montecitorio, al grido di «I Vigili del Fuoco meritano di più».

Da giovedì si incrociano le braccia per tenere desta l’attenzione sulle problematiche che, da tempo, attanagliano un Corpo che ogni giorno lavora sul campo  a tutela dei cittadini.

La protesta giovedì sarà porta avanti anche dalla Confsal, la federazione nazionale Autonoma dei Vigili del Fuoco.