PATRICA – 21 SET – Contro la “puzza” la gente è pronta a far sentire la propria voce, ad indignarsi. Domenica pomeriggio il centro delle proteste sarà Patrica.

L’appuntamento è alle 16 al ponte della Tomacella; da qui il corteo si snoderà verso la Morolense passando nelle aree in cui avvertono di più gli odori nauseabondi.

L’appello del sindaco Lucio Fiordalisio, promotore dell’iniziativa, è rivolto ai suoi concittadini ma ance a tutti gli altri residenti nei comuni limitrofi; perché il tema ambientale, o meglio la puzza, riguarda un pò tutti. Ceccano, Supino, parte di Frosinone.

Fiordalisio specifica che la manifestazione, oltre ad avere un profilo popolare, assume una valenza tecnica.

All’interno dell’area del corteo, saranno collocate 10 postazioni per far firmare ai manifestanti un documento che verrà inviato alla Regione Lazio.

Lo stesso documento è stato inviato a tutti i sindaci della Valle del Sacco che potranno valutarlo, eventualmente integrarlo, al fine di deliberare in Consiglio Comunale un atto di indirizzo forte e significativo.

Tante le adesioni alla manifestazione: ci sarà, ad esempio, Il Comitato Interprovinciale Ambiente e Salute Valle del Sacco Bassa Valle del Liri. Per quanto riguarda la logistica saranno 3 i varchi di accesso alla manifestazione: rotatoria Quattro Strade per chiproviene da Ceccano-Latina, rotatoria Tomacella (provenienzaFrosinone-Ferentino) aperto fino alle 15 e la strada

Morolense nei pressi dello stabilimento Ilva fino alle 15. Previste anche un area di parcheggio  aree di parcheggio attorno alla rotatoria Tomacella e  nelle vie vicine. Per il sindaco Fiordalisio, che effettuerà un intervento, quella di domenica è la giornata dell’indignazione per uno stato di cose inaccettabile: chi vive in quelle zone, e da anni deve fare i conti con gli  odori nausebondi, sempre più preoccupata per la salute vuole sapere vuole sapere osa sta respirando.