LATINA – 01 LUG – Si sono sentiti braccati dalla polizia mentre erano a bordo di un’auto nella periferia di Sezze Scalo e i due hanno provato a far perdere le proprie tracce, prima fuggendo in auto poi dileguandosi a piedi tra le campagne. A nulla è valso il tentativo di fuga perche sono stati raggiunti ed uno di loro è stato arrestato.

I fatti sono accaduti la notte scorsa durante un servizio specifico di controllo del territorio voluto dal questore di Latina Rosaria Amato per contrastare l’escalation di furti ai danni delle attività commerciali durante le ore notturne.

Intorno alle 4 del mattino i poliziotti della Mobile hanno notato  una peugeot 206 parcheggiata in periferia, si sono accostati per chiedere le generalità ai due occupanti,  ma la vettura è partita a gran velocità. Ne è nato perciò un inseguimento. Sentitisi braccati, il conducente ha effettuato una brusca un’inversione per speronare l’auto della polizia. Poi sono fuggiti a piedi. Uno dei due è stato braccato dopo una colluttazione con gli agenti, rimasti feriti. L’altro si è dileguato tra le campagne. Dall’identificazione è emerso che l’uomo seduto sul lato passeggero   era già noto alle forze dell’ordine : si tratta di un 33enne rumeno con numerosi precedenti.   L’altro, un connazionale che era alla guida dell’auto, è stato fermato dopo una lunga corsa a piedi.

Dagli accertamenti è emerso poi che la Peugeot 206, abbandonata dal conducente nella fuga, era provento di furto e perciò sequestrata dagli agenti. Il 33enne è stato arrestato per   violenza, resistenza e lesioni a P.U. e ricettazione in concorso. L’amico è stato denunciato per gli stessi reati.